sabato 14 marzo 2009

BIGNAMI POLITIKO

Ignominiosamente, ignominiosamente finisce la legislatura.

Intanto nel consiglio del 9 marzo ci hanno dato ragione sul pasticcio della votazione dell’immediata eseguibilità della delibera con cui è stata adottata la variante del komparto, anche senza citarci. Sì, hanno fatto una “precisazione tecnica” che quella votazione non era possibile ma siccome i responsabili nel frattempo avevano adeguato depositi e pubblicazioni sui giornali… insomma pensano che dunque adesso tutto sia a posto. Almeno si è capito che strada hanno preso. Per presentare osservazioni c’è tempo infatti fino alle ore 13 del 21 aprile. E quella sera ci dovrebbe essere il consiglio. E quella dovrebbe essere l’ultima data prima delle elezioni per fare consiglio, a meno di forzature… staremo a vedere.

Dove siamo? Qual è la “situation” della politica paesana? Diciamo che sulla stampa locale addomesticata si sta facendo molto rumore per nulla, gli uffici stampa lavorano a pieno regime, sentono avvicinarsi le elezioni. Acque agitate dalle parti del Democratic Party.

Da una parte the major va ripetendo come un mantra “non è colpa nostra il komparto, l’hanno voluto altri, ce lo siamo trovati, non si può fare più nulla, ce lo siamo trovati, ce lo siamo trovati”. Certo, se lo sono trovati, ma in cinque anni avrebbero avuto pure il tempo di restituirlo all’ufficio progetti smarriti, se non era il loro. Povero komparto, senza padre: solo genitori affidatari, anaffettivi… Don’t worry komparto nostro, la tua mamma The New Saint John Ltd. è lì che aspetta solo che tu nasca… per divorarti meglio!

Prosegue la lamentela di ira-et-labora, per la scarsa responsabilità amministrativa, la poca lungimiranza, la pochezza programmatoria dell’amministrazione: insomma una specie di amarcord. Addirittura ci si dissocia dalle proprie scelte di una volta quando ora non costa niente farlo. Arrivati al dunque, però, si mangia la minestra e non si salta dalla finestra. O komparto o parto! Magari. Qui nessuno però se ne va, anzi si sta in scena per accapigliarsi per quisquilie e pinzallacchere, per baruffe di potere. Tra gli ex friends non c’è accordo sulla gestione dell’affaire komparto: su chi lo debba fare si discute, non sul fatto che il komparto vada fatto. Isè e va e mond.

E a destra? Per educazione si tace e anche noi per carità di patria osserviamo il silenzio sul loro fragoroso silenzio. Spiremma chi si sveggia.

E il buon Hara Hara? Sembra che svolti irresistibilmente a destra e chi va con lo zoppo impara le buone maniere e a tacere quando si deve. ( Ma u n’era sucialesta? Va pu là!).

La nostra sola speranza, l’ultima, dunque, sono loro gli eroici, i supremi resistenti, i difensori strenui del fortino dell’opposizione dura e pura, loro… gli inossidabili, inassimilabili, loro… sì, insomma… ehm, scusate ma rifondazione dov’è? Perché quel mostruoso vuoto a sinistra? Ah, aspetta, hanno lasciato un cartello, leggi un po’: “Trattative in corso. Non parlate (male) al conducente”. Toca avè pacenza. E menc, burdèl, nun andè a parlè sa chi vulpùn se capèl tli men…

Davvero come dicono le anime belle della krisis vorremmo parlare anche di altro, non solo del mattone. Per esempio di democrazia a San Giovanni. O di giovani. Della democrazia applicata alla gestione delle politiche giovanili. Mei lasè perd.

Ma ci piace guardare in faccia la realtà per quello che è, senza giudicare, sorridendo, per capire, per conoscere, per decidere di scegliere domani, oggi, un’altra strada, per cambiare.

mentelocale2009@gmail.com

14 commenti:

Antonio Casadei Menghi ha detto...

Primavera è nell’aria, nei campi, nei prati; i mandorli, i pruni spinosi, gli albicocchi, i biancospini, le violette, le veroniche persiche, gli anemoni , sono già rivestiti di fiori. Nel bosco di San Giovanni, ghiri sornacchianti, che dormivano profondamente da cinque anni, si risvegliano all’arrivo della campagna elettorale. Il “compagno Antonio” di Antonello Fassari , risvegliandosi dopo vent’anni di sonno profondo, sgranava gli occhi davanti alla televisione, stupito: “i Pooh ?????”; così voi, cari amici di Mente locale, a tre mesi dalle elezioni di giugno, balzate sulla Rete, menando fendenti a destra e manca: “Il Compartone????”. Benvenuti, meglio tardi che mai! E poi si nota nei vostri articoli qualcosa di nuovo, di pulito, di voglia di cambiare; è già molto importante in un paese in cui, da troppi anni, la politica ristagna fra un sistema di potere ormai logoro ( ma non ancora sazio) e un’opposizione di destra quasi inesistente. Benvenuti quindi se avete voglia di gettare sassi nello stagno, ma se “ intendete stimolare il dibattito pubblico su argomenti che interessano la vita del paese”, forse è il caso di iniziare dal dialogo e non dalle battute.
Quando scrivete:”.....scusate ma rifondazione dov’è? Perché quel mostruoso vuoto a sinistra? Ah, aspetta, hanno lasciato un cartello, leggi un po’: “Trattative in corso. Non parlate (male) al conducente”. Toca avè pacenza. E menc, burdèl, nun andè a parlè sa chi vulpùn se capèl tli men…”, potremmo facilmente rispondere rifacendovi il verso.
Mente locale dov’era, quando per anni la sala del Consiglio comunale era desolatamente deserta?
E’ datata 12 ottobre 2004 la nostra prima interpellanza consiliare sul Kompartone , in cui si chiedeva di dare ai cittadini una completa informazione e di chiarire le intenzioni dell’Amministrazione Comunale sui tempi e le modalità di attuazione.
Dormivate di gusto, cari amici di Mente locale, quando, dopo mesi di insistenze da parte di Rifondazione, fu istituita una commissione di lavoro sul comparto C2-4 in cui dichiarammo il nostro voto contrario. Potremmo continuare con l’esposto alla magistratura sul Campo di golf, le nostre denunce sugli abusi edilizi al Riviera Horses , l’opposizione alla costruzione di condomini sul vecchio campo sportivo, la lotta contro l’ampliamento della cava di argilla per difendere Montelupo,............. La Trattativa? Fra il P.r.c. e il Partito Democratico è attualmente in corso un dialogo in vista delle prossime elezioni comunali. Fu così anche nel 1999 e nel 2004; dov’è la novità? Andiamo a vedere se in quel partito prevale ancora la vecchia propensione al consumo di territorio, se ancora scorrazzano “i vulpùn”, se invece c’è stato un ricambio di idee e di persone e specialmente come l’Amministrazione intende intervenire per attutire gli effetti della crisi (licenziamenti) che ha colpito anche San Giovanni.
Se non troveremo cambiamenti rispetto alla politica dei “vecchi volponi”, semplicemente non ci sarà alcun accordo elettorale.
Più utile delle battute ironiche sarebbe il dialogo. Anche con voi di Mente locale.

Casadei Menghi Antonio
Rifondazione comunista

claudia ha detto...

caro casadei abbiamo trent'anni...eravamo sui libri!

Anonimo ha detto...

Perchè uno che studia non puo fare politica per il suo paese, ce gente che lo fa dopo che il giorno si è spaccato la schiena in fabbrica o sui cantieri è ha anche una famiglia. Scusa se è poco.

Leo ha detto...

Chiedete dove siete stati fino adesso?...anch'io sono operaio e fino adesso sono stato attivo nel sindacato, in CGIL, nella fabbrica in cui lavoro, faccio volontariato nel gruppo Pacassoni, sono attivo in parrocchia e mi occupo di giovani in Azione Cattolica. In passato assieme ad alcuni amici abbiamo fondato il "Laboratorio delle Opinioni" e per alcuni anni abbiamo promosso iniziative e dibattiti culturali su temi sociali.
Noi di Mente Locale non siamo gente che si è svegliata ieri al profumo delle elezioni. Siamo gente che da anni vive responsabilmente la propria appartenenza ad un paese e ad una comunità. Non abbiamo la pretesa di essere i più bravi ma di certo fino ad ora non siamo stati con le mani in mano e abbiamo seguito la vita politica del paese.
Il momento è questo ed è quello giusto, perchè ADESSO ci siamo ritrovati insieme, persone diverse ma con le stesse radici e gli stessi valori e soprattutto gli stessi obbiettivi. Ora siamo un GRUPPO!

Carlo ha detto...

Il compagno Antonio, quello di San Giovanni non quello di Fassari, dopo aver definito Mentelocale: "Il nuovo blog marignanese …. nato da una decina di giorni su internet a cura di un anonimo che si definisce “un gruppo di opinione …..”, scopre il valore del dialogo. Forse, più interessato a non "scopririsi" politicamente a Sx, ha dovuto mettere da parte il fastidio che prova ogniqualvolta qualcuno rintuzza il PRC paragonandola al "cane che abbaia alla luna". Cosa c'è di così scandaloso se un gruppo di persone decidono di occuparsi di questioni locali e, insoddisfatti delle forme di rappresentanza politica valutano l’impegno diretto?
E invece NO! Qui scatta il secondo fastidio, quello che provano coloro i quali a vario titolo (maggioranza, minoranza) gestiscono la politica. Si perché la partecipazione piace a tutti quando serve a mettere in discussione gli altri. Ecco allora che scatta la tecnica più classica: esulare dai contenuti spostando il tiro sulla legittimità di questo o quel soggetto ad intervenire. Questa mi pare una tradizione che negli ultimi anni sta spopolando a San Giovanni, se potete, cercate di essere innovativi anche in questo. Buon Lavoro.

Anonimo ha detto...

Mi sa che voi tanto innovativi non siete attaccate a destra e a manca senza entrare nei contenuti.
C'è un altro a san giovanni che fa come voi.

Anonimo ha detto...

Ma invece di scontrarvi non è meglio che fate qualcosa insieme.

Anonimo ha detto...

Ma che qualcosa insieme, questi a rifondazione la vedono come fumo negli occhi, sono di un altra parrocchia, e evidente.

Il compagno Antonio ha detto...

Cari amici di Mente locale,
al di là di questa schermaglia iniziale,il contenuto dei post che avete pubblicato fino ad ora, è in buona parte interessante e condivisibile.Per questo, se non avete nei confronti di Rifondazione pregiudizi ideologici, ci piacerebbe avere con voi uno scambio di idee sui temi locali più urgenti da affrontare.

Il compagno Antonio (Casadei Menghi)

Carlo ha detto...

Et Voilà.
avete visto? Il Compagno Antonio, messi da parte i Phoo, è venuto a più miti consigli. Lo spazio gli si fa stretto.

Carlo ha detto...

Carlo IInda
Scusate il "protagonismo" ma solo ora vedo sul sito di RC che l'"anonimo" è diventato "Voi amici di mente locale"...

massimo casadei ha detto...

La miseria Carlo sei cattivo, abbiamo risposto con il massimo rispetto, ad un articolo, e a dei contenuti che ritengo in buona parte interessanti e condivisibili. Il confronto anche acceso ma rispettoso è una delle cose che reputo importanti e costruttive, tutto qui.
Senza rancore.
Saluti
Casadei Massimo

Carlo ha detto...

Va bene Massimo, Ok su confronto rispettoso, ma il Vs primo atteggiamento (e posts) nei confronti del presente blog, dovrai ammettere, grondava fastidio.
anonimo
ghiri
dov'eravate voi?
Chi fa politica deve essere pronto a ricevere la critica senza trincerarsi dietro " ma voi/tu che fai". Scegliere di far politica non l'ha mica ordinato il dottore, sei tu (voi) che avete deciso di proporvi e se scegli di proporti ne accetti i pro e i contro. E per confutare le scelte e gli atteggiamenti tenuti se ne spiegano le ragioni non ci si trincera dietro al dileggio perchè è indice di scarsa capacità di argomentare.

VivaVoce ha detto...

Dopo aver letto i commenti,come sempre RFC sarebbero i salvatori della patria,senza rendersi conto che ora mai più nessuno li vuole come alleati.
mentre tu Luca mi sembra di capire che sei l''interlocutore del gruppo di Mentelocale,essendo di san Giovanni ti ho solo visto qualche volta ho sempre constato che hai fatto degli ottimi interventi mirati;in tutte le assemblee che eri presente.
mi fa piacere che il vostro gruppo voglia far politica,sarebbe ora che certa gente a san giovanni lasci dello spazio ai giovani, fatevi avanti non solo con dei volantini: mi sembra di capire che siete tutti laureati e ben istruiti bene, bene abbiamo bisogno di gente così siamo ben disposti a lasciar dello spazio.
per hara hara come dici tu che si è proposto candidato per la destra ed l'era un sucialista a nè sò cume facia: ma sai si è venduto bene ai simpatizzanti di FI. come hai visto nei consigli dopo la sfogo iniziale gli urlacci prende le sue cose e se nè va....ma così è ed è sempre stato dal 2004, ( per sembrano tutte scuse) io sono di destra ma se FI. le speranze sono hara per il candidato sindaco l'appoggio del mio gruppo di lavoro per l'elezioni se lo sognanoooooo.
Luciano 25.03.09