domenica 8 marzo 2009

I BAMBINI CI ASCOLTANO

Mio figlio è entrato nella fase dei perché.

Notte e giorno cerca sempre di penetrare la ragione delle cose che lo circondano e che incontra.

Nonne, nonni, zie e amici, babbo e mamma tutti cerchiamo di rispondergli, spesso ci riusciamo.

Del resto, come dice un famoso neuropsichiatra infantile, quando non si hanno risposte alle domande dei bambini non bisogna fingere di sapere, ma confessare la propria ignoranza, eventualmente invitando il pargolo a scoprire insieme come stanno le cose.

Bene, l’altro giorno ha captato a tavola che si parlava della esilarante vicenda del compartone e della delibera “tarocca” che vogliono arciaplare senza ripresentarla in consiglio. Ognuno diceva la sua nella rilassatezza post prandiale di un primo pomeriggio festivo.

Lui a un certo punto è uscito dalla stanza tutto di corsa, poi dopo un po’ è rientrato con la faccia scura e ha cominciato a chiedere:

Perché vogliono fare il compartone se non è per il bene della gente di San Giovanni?
Perché l’hanno approvato con una votazione fasulla?
Perché fanno finta di niente e procedono come tutto fosse a posto?
Perché i consiglieri non dicono niente?
Perché nonostante che tutti sappiano tutto nessuno fa niente?
Perché non riapprovano la delibera invece di fare solo dei pasticci?
Perché tutta questa fretta di approvare una roba che alla gente di San Giovanni in genere fa schifo?
Perché i consiglieri di opposizione tacciono?
Perché i consiglieri di maggioranza tacciono?
Perché rifondazione parla d’altro?
Perché gli ex potenti di elabora parlano d’altro?
Perché tutta questa finta opposizione?
Perché volete lasciarci i problemi di un paese pieno di cemento e smog?
Perché chi ha il potere parla solo di case varianti piani particolareggiati?
Perché a San Giovanni non c’è opposizione?
Perché trovano sempre una ragione per non criticare questo consumo del territorio?
Perché l’opposizione si è sciolta prima dello scioglimento del consiglio?
Perché l’amministrazione vuole approvare tutto prima delle elezioni anche se non c’è più tempo?
Perché non vogliono dire che hanno sbagliato politica urbanistica e procedure?
Perché del rispetto delle regole non frega niente a nessuno?
Perché non coinvolgere la popolazione in un percorso vero di urbanistica partecipata sul compartone?
Perché rifondazione non riconosce che la crisi a livello locale prende il volto del consumo del territorio?
Perché c’è tutta questa sfiducia e cinismo e rassegnazione e stanchezza nella vita politica del paese?
Perché la politica dovrebbe essere solo elezioni e poi “s-ciao! ci rivediamo tra cinque anni”?
Perché continuate a votare ancora per famiglia?
Perché tutto questo clientelismo e paternalismo e prepotenza?
Perché così tanta paura della democrazia?
Perché non fanno un incontro pubblico sul compartone?
Perché da grandi dovremmo andare ad abitare tutti nel compartone nei buchi da 65 metri quadrati?
Perché più maneggioni sono più si dicono di sinistra?
Perché più maneggioni sono più si dicono di destra?
Dov’è ora la destra? Dov’è ora la sinistra?
Perché nessun consigliere chiede un’altra votazione pubblica sul compartone?
Perché vi accontentate di questa triste mediocrità?

Siamo rimasti per mezz’ora a bocca aperta, poi ci siamo guardati per un po’ senza parole.

Il nostro bambino è proprio cresciuto, non è più un bambino, ci siamo detti sorridendo debolmente.

Sarà la televisione, sì saranno tutte quelle cose che danno alla televisione.

Non avevamo risposte a quelle domande, sono proprio di un’altra generazione, un altro modo di fare, di intendere come si sta nel paese, però gli abbiamo consigliato di informarsi, di prendere contatto con quei matti di MenteLocale, di farci sapere…

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Una forza della natura questo bambino!!!!
Come la storia insegna, l'uso della parabola ha un forte impatto comunicativo; ma se dalla parabola si sconfina nella "barzelletta" l'effetto che si ottiene è il contrario.

Anonimo ha detto...

Ma vi siete svegliati anche voi sotto elezioni chissa come mai?
Poi parlate male di rifondazione che è l'unica forza di opposizione, in vuoto marignanese assoluto, e leggendo il suo blog non mi sembra che taccia, anzi!!

Anonimo ha detto...

Concordo che il compartone é uno scempio ma vi siete svegliati troppo tardi, o quando vi faceva comodo, era già nel piano regolatore vecchio, e per il comune ora è difficile tornare indietro, o ci vogliono fior di milioni di euro per fare retromarcia, e stata la frenesia dei vecchi amministratori di raggiungere quota 10.000, mi sembra che qualcuno a san giovanni e un pezzo che lo dice ma voi non ve ne siete mai accorti, solo in questo momento, strano

Anonimo ha detto...

Il cavallo di battaglia per le prossime elezioni il mattone, è un classico, quello che mi dispiace e che secondo me sputare su tutti e forte nell'immediato, ma dopo può essere controproducente.

Anonimo ha detto...

ma perché rifondazione ha mai fatto una seria critica al compartone e alla politica urbanistica dell'amministrazione Bianchi? Lasciamo perdere. in compenso rifondazione si è astenuta sulla delibera più importante dell'anno quella del bilancio 2009 che finanzia la spesa corrente in aumento con il 69% deglioneri di urbanizzazione! alla faccia del rispetto del territorio! del resto quando si è con il cappello in mano in tempo di trattative serrate col PD non si guarda tanto per il sottile e quando c'è da votare la delibera sul compartone si esce per non disturbare il grande timoniere. Complimenti.

Anonimo ha detto...

Leggendo il blog di Rifondazione hanno votato contro il compartone più di una volta contro il golf contro il galoppatoio anche con denunce e con manifesti che hanno fatto incazzare non poco la giunta. Non parlano solo di case e ci mettono la faccia sempre non solo sotto elezioni.

claudia ha detto...

E' un pezzo che ne parliamo....! nonostante la nostra giovane età!!certo, magari tra di noi o con altri mezzi.
ma il momento richiedeva qualcosa di più che parlarne e abbiamo deciso di muoverci,di darci da fare e di provarci..almeno di provarci!
caro amico delle 13.05, per noi la questione non sono le elezioni ma il fatto che la giunta proprio ora voglia approvare le specifiche del compartone. forse è a loro che dovresti fare la domanda...perché approvare un "pacchetto" incompleto in fretta e furia? forse per chiudere la faccenda prima delle elezioni?
ripeto almeno provarci! diciamolo forte che sta cosa è una porcata! non continuiamo a dire "l'abbiamo ereditato", proviamo a cercare soluzioni,magari difficili e scomode e onerose ma ne va del nostro futuro..qualcuno ha mai provato a vedere se in Italia esistono casi analoghi o se la legge può aiutarci in qualche modo? ..se qualche esperto leggesse tra queste righe e avesse qualcosa da dire, da consigliare....

Anonimo ha detto...

Concordo, ma credo, se non mi sbaglio, che ci sia un caso poco lontano, che il comune a cambiato la destinazione d'uso di un terreno e a dovuto pagare al proprietario una barella di soldi. Poi tutto e possibile, Saluti 13.05

Anonimo ha detto...

Anche se siete di due parrocchie diverse, vedo che rifondazione marignanese e molto ma molto vicina alle vostre idee perchè gli altri da elabora pd destra, più che altro litigano per le poltrone.

Anonimo ha detto...

Vedo che qualcuno ha, secondo me, toccato il cuore del problema. Tutti ora penseranno che mi riferisca alle poltrone: NO. Il problema vero è che si sta finanziando la spesa corrente del Comune con gli oneri di urbanizzazione. Ciò vuol dire che si offrono i servizi ai cittadini (ma, come nell'antica Roma "pane et circensi",anche le manifestazioni) trasformando il territorio. L'Amministrazione piuttosto che essere impopolare e mettere le tasse usa il territorio come se fosse una banca pensando che non si abbia l'obbligo di restituire niente. Invece alla lunga la restituzione di quanto "spremuto" dal territorio la pagheremo tutti, anche il giro in carrozza dell'ultimo erede dei Corbucci: Domenico Bianchi-Corbucci

Carlo ha detto...

Buona sera a tutti, io devo dire che tutta questa attività di Rifondazione non l'ho vista. Certo sul blog furia e fiamme, ma non ho visto ne manifesti ne volantini ne iniziative pubbliche.
Se non fosse per le foto nel blog non saprei nemmeno che facce hanno. Però forse sbaglio ma la prova del 9 la avremo per le elezioni. Se faranno alleanza con il PD a sostegno del candidato sindaco vuol dire che fino a qui è stato RUGGITO DI CONIGLIO. Votare contro tutto (ma non proprio) fino ad ora e allearsi domani senza far invertire la politica dell'Amministrazione altrimenti cos'è?

alma ha detto...

i bambni vedono sempre al di là delle cose, vedono e guardono lo sguardo e la voce di chi sta parlando cogliendone la verità.
ovvio che se un sindaco ha bisogno di decine e decine di foto (così come qualche assessore)per rendersi visibile, vuol dire che proprio chiare le cose non sono no?
altrimenti basterebbero i fatti, le scelte, la chiarezza.