lunedì 4 marzo 2013

Elezioni politiche 2013


A San Giovanni nelle elezioni politiche del 2008 alla Camera (dove votiamo tutti) la coalizione Pd-IdV aveva preso il 51,9% pari a 3.032 voti complessivi (Pd 47,7% pari a 2.787 voti  IdV 4,2% pari a 245 voti).
Nelle elezioni  politiche della scorsa settimana alla Camera  la coalizione Pd-Sel-Cd  ha raccolto il 34,75% pari a 2.056 voti (Pd 32,72% pari a 1.936 voti, Sel  1,94% pari  a 115 voti, Centro democratico 0,08% pari a 5 voti).
La coalizione PdL-Lega Nord  nel 2008 sempre alla Camera aveva raggiunto il 36,5% pari a 2.129 voti (PdL 31,5% pari a 1.836 voti, Lega Nord 5,0% pari a 293 voti).
 
Il 24 e 25 febbraio 2013 il PdL con i numerosi satelliti coalizzati (Fratelli d’Italia, Intesa popolare, La Destra, Lega Nord, Grande Sud, Mir, M. S. Fiamma Tricolore) si è invece fermato al 20,30% pari a 1.201 voti (PdL 17,06% pari a 1.009 voti, Lega Nord 0,90% pari a 53 voti).
Il Pd ha dunque perso rispetto al 2008 circa il 15% dei consensi (14,98%), mentre il PdL ha avuto un calo di oltre il 14% (14,44%). La Lega è pressoché scomparsa.
Le due coalizioni di cdx e di csx nel 2008 aggregavano l’88,4% dei consensi. Oggi non ne raccolgono che il 55,05%. In particolare, il cdx ha perso un 16,2%, mentre il csx ha perso un 17,15%.
Nel 2013 a San Giovanni il primo partito alla Camera risulta essere il M5S che ha ottenuto il 33,18% pari a 1.963 voti.
Il M5S vince nelle sezioni del paese (M5S  33,39%, Pd 31,24%) ed ottiene un ottimo risultato a Santa Maria (M5S 39,67%, Pd 32,56%), mentre il Pd è davanti a Montalbano (Pd 34,81%, M5S 25,45%), a Pianventena (Pd 35,10%, M5S 32,67%) e sostanzialmente pareggia con il M5S a Villaggio Santa Lucia (Pd 34,68%, M5S 34,08%, con uno scarto di soli 4 voti).
Questi risultati  - comunque la si pensi - ci dicono che ora a San Giovanni è possibile quel cambiamento che sino a qualche anno fa sembrava velleitario. Proprio a partire dalle elezioni amministrative del prossimo anno. Con il loro voto i cittadini di San Giovanni infatti hanno espresso un giudizio netto non solo sulla situazione nazionale, ma anche sull’amministrazione locale che ha governato il paese negli ultimi otto anni.

1 commento:

Fabio Nobili ha detto...

Il cambiamento ora si respira, si sente, si desidera più di 4 anni fa! Ma il cambiamento non avviene da solo, non basta mettere una croce su MENTELOCALE o sul M5S e poi ci si disinteressa fino alla prossima croce. Il cambiamento è difficile, ha bisogno di volontà, ha bisogno di energie, ha bisogno di partecipazione e che ognuno metta un po' del suo tempo a disposizione degli altri.